LUPI: ABBIAMO VINTO LA 1 BATTAGLIA. ORA LA VITTORIA DEFINITIVA!

(03 Febbraio 2017) - pubblicato da Redazione

Secondo le previsioni e le dichiarazioni pubbliche del Ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, il 2 febbraio doveva essere una data epocale, la riunione della Conferenza stato-Regioni avrebbe dovuto riaprire la possibilità di uccidere i lupi nel nostro Paese. Ma le cose non sono – per fortuna – andate così. Solo un paio di giorni prima dell’incontro la maggioranza dei Presidenti delle Regioni si è chiaramente espressa contro ogni possibilità di uccidere i lupi, mentre i cittadini hanno tempestato i social e le loro caselle di posta elettronica. Una mobilitazione di portata eccezionale che ha dato i suoi frutti. Le Regioni hanno dato una chiara indicazione al Governo: quel piano di gestione dei lupi non piace, in particolare per il capitolo che prevede la possibilità di uccidere gli animali con il pretesto di diminuire il bracconaggio e contrastare gli atti di predazione. Così il piano è stato rispedito al mittente, il Ministro Galletti. Una prima battaglia è stata vinta, per ora i lupi continuano ad essere protetti come da 46 anni a questa parte! Ma dobbiamo continuare a vigilare. La prossima riunione della Conferenza Stato – Regioni si terrà il 23 febbraio e in quella data il Governo potrebbe tornare alla carica con un nuovo Piano che prevede ancora la possibilità di uccidere i lupi. Per questo motivo continueremo la nostra mobilitazione, con l’aiuto dei nostri soci e dei tanti cittadini contrari ad ogni forma di sopruso nei confronti degli animali, vogliamo che il nuovo Piano sia effettivamente un Piano di tutela e non di abbattimento dei lupi. Fonte: Lav.it



Torna alle news

Regione:Lazio

Quando:21 Febbraio 2018

(Lazio), STERILIZZAZIONI GRATUITE
Continua la campagna di STERILIZZAZIONI GRATUITE nel Lazio rivolta ai gatti di colonia e ai cani e gatti in attesa di adozione.

EVENTI IN EVIDENZA