Giornata mondiale del cane

(27 Agosto 2018) - pubblicato da Redazione

Proprio mentre la polemica sull’accesso dei cani ai ristoranti e altri esercizi pubblici scalda gli animi sui social network, dal Costa Rica arriva una notizia che sembra perfetta per celebrare il 26 agosto, giornata mondiale del cane. L’Universidad Latinoamericana de Ciencia y Tecnología (Ulacit) ha permesso ai membri della comunità universitaria di portare i loro quattrozampe nel campus, incluse anche le lezioni, a patto che non disturbino. L’idea di questa università privata con sede nella capitale San José è di consentire a studenti, professori e personale amministrativo di trascorrere più tempo con i loro animali domestici. «La scelta arriva in una Paese dove metà delle famiglie ha almeno un cane nelle loro case, ma molti medici dicono che trascorrono poco tempo con loro», spiega al El Pais Rojas Alvarado, direttore della sostenibilità di Ulacit. L’iniziativa è in corso da 30 giorni e, fino ad ora, le autorità dell’università non hanno ricevuto reclami di disagio o di rifiuto da parte di studenti o del resto del personale. Tuttavia, per garantire al meglio lo svolgimento dell’iniziativa, chi vuole aderire deve soddisfare una serie di prerequisiti, come ad esempio: presentare all’università un certificato veterinario sullo stato di salute del cane, compilare un modulo con i dati completi del proprietario e pagare una tassa di 10 dollari. Oltre a questo ogni studente con cane deve leggere ed accettare il regolamento emesso dall’università che prevede la buona convivenza e l’accordo con i suoi compagni di classe, nel caso in cui uno di loro sia infastidito dalle presenza del cane in classe. Chi si accompagna con un quattrozampe deve portare con sé un kit di pulizia (composto da sacchetti per le feci e asciugamani disinfettanti bagnati) e deve essere responsabile della pulizia dei rifiuti dei loro cani. Il benessere umano, ma anche quello animale: l’università hanno già annunciato che prossimamente verrà aperto anche un “asilo” per cani, come alternativa per gli animali in modo che non siano costretti a stare solo nelle aule durante i corsi. L’iniziativa è stata accolta con piacere dagli studenti, il cui umore è migliorato molto togliendo loro la preoccupazione di lasciare da soli i cani a casa. Un risultato che conferma anche recenti sondaggi condotti negli Stati Uniti secondo i quali il 90 per cento dei dipendenti delle aziende che permettono l’accesso ai cani dimostrano una maggiore produttività e hanno portano a una riduzione dell’assenteismo. Nella Giornata mondiale del cane questo è un esempio di come, regole e buon senso, possono far convivere le esigenze di tutti tutelando sia chi ha la capacità di apprezzare la compagnia dei quattrozampe, sia chi non riesce a comprenderne il mondo e sia il benessere degli animali stessi.