Trento, morto l'orso M6 e si teme che si tratti di bracconaggio

(30 Marzo 2015) - pubblicato da Lauradex

 

Roma, 29 marzo 2015 -  Un altro orso trovato morto nei giorni scorsi in Val di Non. Il suo nome era M6! Apparentemente non ci sono ferite visibili e non è semplice capire se, tra il pelo, sia nascosto il foro di qualche proiettile. Maschio di 8 anni, peso intorno ai 200 chili, calzava un radiocollare perché considerato animale "problematico". Già stato padre perché era uno dei discendenti diretti degli animali "originari", ossia i plantigradi importati dalla Slovenia per ripopolare le montagne del Trentino. Era un orso che doveva essere controllato, secondo i forestali regionali, e per questo nel 2013 sul Monte Bondone venne catturato e dotato di trasmettitore. Ora il problema che ci si pone è: come è morto? Bracconieri? Siamo in attesa dell’autopsia che dovrebbe svolgersi in questi giorni a Trento. Nei mesi precedenti il caso Daniza creò molto scalpore e nessuno, arrivati ad oggi, si è dimentico dell’accaduto e dei suoi due cuccioli lasciati al loro destino. Daniza fece il giro d’Europa con la sua storia e quanto accaduto in questi giorni a M6 non fa altro che scaldare nuovamente gli animi ed evidenziare che ci sono situazioni da tenere sotto controllo.

Redazione